Se si torna a votare oggi, CHI VOTERESTI?

Annunci

Bagnanti contestano leghisti

Siamo orgogliosi dei bagnanti che hanno protestato contro un presidio leghista a Castellaneta Marina (Taranto).

Lo è stato anche il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, che ha commentato quanto avvenuto cosi:

“Anche i bagnanti pugliesi sono speciali.
Orgoglioso dei miei concittadini che sanno distinguere tra la brava e la cattiva gente. E noi stiamo dalla parte della brava gente senza distinzione di razza, di religione, di nazionalità”

I bagnati hanno urlato ai leghisti, tra i quali c’era il deputato pugliese Rossano Sasso, “siete squadristi, squadristi di m., fascisti”. E li hanno inviatati ad andare via: “Questo è un lido privato, ci state rovinando la domenica”. E ancora: “Andatevene, buffoni, fascisti”. Un leghista ha risposto: “Fate pietà”

Il senatore Barese Rossano Sasso ha poi commentato dicendo : “cinque-sei boldriniani arrabbiati contro i sorrisi del Popolo che ci ha ringraziato”.

1535287628-leghisti

Fisascat e Cisl, no aperture a Ferragosto.

“È inaccettabile che il giorno di Ferragosto circa 5 mila addetti della grande, media e piccola distribuzione debbano lavorare perché le associazioni datoriali degli Iper, Supermercati e Negozi dei Centri Commerciali non vogliono guardare al bene dei lavoratori”. Queste le parole dei segretari regionali della Cisl Puglia e Fisascat Cisl regionale, Daniela Fumarola e Antonio Arcadio che appunto esprimono il loro disappunto per le aperture dei grandi megastore pugliesi.
“Sono gruppi molto radicati nel territorio – spiegano – quali Conad, Eurospin, Lidl, Ikea, Iperfamila, Dok, Gruppo MD, Despar e Auchan di Mesagne dove il 15 agosto dovranno lavorare almeno 5 mila addetti tra reparti dei supermercati e delle gallerie, come se il diritto al tempo libero non li riguardasse. Sono persone che nelle ultime stagioni hanno visto peggiorare le condizioni di lavoro, gli orari e conseguentemente la vita familiare”.

È davvero inaccettabile che per le tasche delle grandi catene debbano subire i piccoli lavoratori.

Case vacanze e B&B irregolari, la Puglia fra le regioni con più affitti irregolari

Una casa vacanza su due è affittata in maniera irregolare.

È ciò che emerge da i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza sui proprietari di seconde e terze case nelle località balneari, di montagna e nelle città d’arte nell’ambito degli interventi predisposti in occasione dell’estate. Su 895 controlli effettuati 539 sono irregolari e, di questi, 450 sono risultati affitti in nero. Le regioni dove si sono registrati i casi più numerosi sono Puglia, Toscana e Lazio.
Complessivamente sono state denunciate 761 persone e scoperte 15 tra fabbriche e depositi clandestini.

Palagiustizia Bari, attenuato il rischio crolli.

Sarebbe positiva la nuova perizia sulla staticità del Palagiustizia di Bari commissionata dalla procura al prof. Bernardino Chiaia.
Secondo quanto riferisce la Gazzetta del Mezzogiorno, infatti, le nuove verifiche avrebbero evidenziato che, dopo l’alleggerimento del palazzo con il trasloco degli archivi e gran parte degli uffici disposto in seguito alla dichiarazione di inagibilità e l’ordinanza di sgombero del Comune, si sarebbe attenuato il rischio di crollo.

Questa nuova perizia integra una precedente sempre del prof.Chiaia che era già meno allarmante rispetto a quella presentata dal perito dell’Inail, Ente proprietario dell’immobile, che aveva fatto scattare l’allarme evidenziando una “inaccettabile condizione di rischio strutturale”. In seguito ad alcuni sopralluoghi fatti negli ultimi giorni, Chiaia avrebbe riscontrato una attenuazione del rischio crollo, grazie allo svuotamento del palazzo e ad alcune precauzioni adottate a sostegno della struttura.

Caso “Blu whale” in Puglia. Latiano BR

A Latiano in provincia di Brindisi è stato appena scoperto un caso di “Blu whale” il gioco online che istiga all’autolesionismo e che porta fino alla morte

Ha ammesso di essere finita nella trappola del ‘Blue whale’, il ‘gioco’ online che prevede atti di autolesionismo fino al suicidio, una 20enne di Gorizia ritrovata dai carabinieri a Latiano con tagli al braccio sinistro e in stato confusionale. I carabinieri indagano per istigazione al suicidio e il 24enne che la ospitava è stato denunciato per favoreggiamento poiché secondo gli investigatori era al corrente della partecipazione della giovane al ‘social media game’. E’ stata la stessa 20enne a spiegare ai militari le ragioni dei tagli sul braccio e a specificare che la pratica è prevista dal regolamento del gioco. A quanto si apprende, la 20enne ha pubblicato su Facebook le prove di ogni atto di autolesionismo praticato secondo quanto previsto dal ‘Blue whale’. La ragazza ora ha raggiunto i genitori in Friuli Venezia Giulia.

Corteo San Foca-Nonostante tutto

Il Movimento No TAP organizza per martedì 14 agosto un corteo a San Foca per dire ancora una volta NO alla realizzazione del TAP.

ecco il loro invito:

NONOSTANTE TUTTO
14 Agosto ore 16:30
SAN FOCA
INVITO A PARTECIPARE
A tutte le associazioni, collettivi e gruppi informali, movimenti per la difesa dell’ambiente e per la giustizia sociale, a tutt* i solidali e complici, a chi crede che le popolazioni abbiano il diritto di scegliere il proprio sistema di sviluppo. A quanti abbiamo incontrato in questi anni e a tutt* gli amici e compagni cresciuti insieme a noi nella consapevolezza che siamo dalla parte giusta in questa triste storia di sopraffazione del diritto di manifestare la nostra contrarietà.
A voi tutt* va il nostro invito a partecipare come singoli o gruppi, portando con voi il vostro striscione e la vostra bandiera, la vostra gioia di cambiamento. Rendiamo vivo e colorato il corteo, facciamo vivere le nostre idee.
Sarà un momento importante per ricordare Angelica, la nostra Peppina, e anche Tonino e Mattia, che saranno sempre con noi.

Nonostante tutto
siamo ancora qui.
Nonostante tutto
ci saremo sempre.

Ad un anno e mezzo dalla nascita della resistenza popolare, ci troveremo nuovamente a San Foca per urlare ancora più forte che noi ai giochi delle lobby non ci stiamo, che noi alla devastazione del territorio non assisteremo inermi, che la truffa del corridoio sud del gas non può vederci complici, che tap è un’opera inutile, dannosa ed imposta.
Continuiamo a subire le violenze di governi sordi alle istanze delle popolazioni, di governi succubi delle scelte di potenti che hanno a cuore solo i propri affari. Ci troviamo a subire le scelte di paesi autoritari o di gruppi di affaristi e multinazionali che pretendono di fare delle nostre terre nuove colonie.
Noi abbiamo deciso di non subire passivamente; abbiamo deciso di opporci a questo sistema che crea disparità, ingiustizie sociali, disuguaglianze e guerre in giro per il mondo. Ciò che stiamo vivendo, compresa la forte repressione, è qualcosa di già visto e collaudato nei paesi dove si insediano le multinazionali, che siano in Africa o in America latina. Ma, ultimamente, non abbiamo bisogno di oltrepassare i nostri confini per incontrare esempi di resistenza e difesa dei territori repressi dalle forze di polizia comandate da governi sempre più intrecciati con malaffare e lobby finanziarie.

NONOSTANTE TUTTO CI SIAMO
ASPETTIAMO ANCHE TE.

75 uomini delle forze dell’ordine in più a Bari.

Saranno 75 fra Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, gli uomini in più per far fronte alle esigenze di ordine e sicurezza.

Lo ha deciso il Ministro degli interni Matteo Salvini, dopo la richiesta del prefetto del capoluogo pugliese, Marilisa Magno, lo scorso 20 Luglio dopo alcuni episodi che hanno fatto pensare una recrudescenza criminale.

Marcia dei berretti rossi per i braccianti morti a Foggia.

Si terrà Mercoledì 8 agosto con partenza da San Severo e arrivo a Foggia la “marcia dei berretti rossi” come quelli che indossavano i 4 braccianti morti e i 4 braccianti feriti per proteggersi dal sole.

Lo rende noto un comunicato dell’Unione sindacale di Base che ieri sera, domenica, ha tenuto una assemblea, alla quale hanno partecipato centinaia di braccianti delle campagne del Foggiano, nell’ex ghetto di Rignano.

E’ stata indetta una intera giornata di sciopero per mercoledì prossimo in memoria dei compagni morti sulla statale 105 mentre tornavano dai campi, per rivendicare “diritti” e “dignità“.

La marcia prenderà il via alle 8.00 dall’ex ghetto di Rignano ( nel comune di San Severo) e terminerà davanti alla prefettura di Foggia.braccianti

Si dimette il “neo sindaco di Barletta”

Incredibile ma vero, in sindaco di Barletta Cosimo Cannito eletto il 10 giugno scorso, a capo di una coalizione di 10 liste civiche ha dato le sue dimissioni ieri sera in consiglio comunale alle 22.40. stamani saranno protocollate a palazzo di città.

La decisioni di Cannito è arrivata dopo il 1° consiglio comunale, dove la maggioranza non è riuscita a mettersi d’accordo sulla nomina del presidente del consiglio.

Dopo le dimissioni il neo Sindaco ha annunciato che già da stamattina avvierà “un dialogo e un confronto aperto, per addivenire a un possibile accordo per il governo della città” . Se entro 20 giorni non si trova un accordo è giusto “che si vada a casa tutti” ha aggiunto Cannito.cannito2